10 + 10 = un sacco di tempo che potevo spendere meglio

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/65f/60358051/files/2015/01/img_3804.jpg
Ciao, vi presento la mia libreria. Scusate, è un po’ in disordine.

C’è la Eve Blissett che mi tagga su una catena dei libri brutti.

Io ovviamente ho accettato e quindi eccoli, i miei dieci libri brutti. Anzi, come ho scritto su fb, non più brutti. I dieci libri che più mi han fatto cagare, ma a me personalmente, non brutti nel canone della letteratura mondiale, anche perché poi i gusti, il canone oscillante, la soggettività, bla bla bla.

Ecco qua, senza remore e senza timore, e soprattutto senza un ordine particolare:

1) Jack Kerouac – On the road.
L’ho detestato dalla prima all’ultima riga, mi sono annoiata, sono arrivata fino in fondo per puntiglio. Letto nel periodo che aaaahhh la beat generescion cioè spacca, poi studiato e riprovato, ma niente da fare. Proprio no.

2) Susanna Tamaro – Va’ dove ti porta il cuore
“Leggilo, è bellissimoooooooooo.”

What-the-fuck-GIFS

3) Herman Hesse – Narciso e Boccadoro
Anche qui, dopo la fase di hype compulsiva di Siddharta, parto in quarta e mi leggo pure questo. Conclusione: vabbè ma è uguale a quell’altro. Vabbè ma che cagata. Addio forever, Hesse.

4) Cormac Mc Carthy – La strada
Per citare una recensione molto educata su Anobii (non la mia): “un bel libro, che non mi è piaciuto”. Io lo definirei più tranquillamente un pippone di dimensioni apocalittiche. Il film poi – ma questa è un’altra storia

5) Herman Melville – Billy Budd
Eh, scusate, scusami tanto Forster che tanto bene ne parli, scusatemi o tutti, ma io non ce l’ho proprio potuta fare. Il respiro epico l’ho perso a pagina tre.

6) Goliarda Sapienza – L’arte della gioia
Qui invece rimando alla mia, di recensione su Anobii [volevo linkare solo la recensione ma Anobii ha i suoi limiti, scusate], che rivendico tuttora con orgoglio. Boh, dite icché vi pare, io l’ho detestato.

7) Isabella Santacroce – TUTTO
Sai com’è, nella mia fase “dark” non potevo non arrivarci. Però se un libro poteva evocare il giusto mix di sangue dolore interiore e ribellione, già al secondo du’palle così. Bitch please.

frabz-Im-so-emo-my-blood-is-black-231746

8) Sulla stessa scia va l’autrice su cui ancora si regge Voland, cioè Amélie Nothomb. Lessi Antichrista e ci rimasi male perché sembrava un po, un racconto che avevo scritto al liceo (eh). E pensai badalì che figa. Poi ho letto Acido Solforico e dissi dai ok. Poi metafisica dei tubi e a quel punto mi sono arresa all’evidenza: un sacco di fumo ma io l’arrosto non ce lo trovo.

9) CHUCK PALAHNIUK.
Che odio. Che insofferenza. Che scrittura di merda. Letto soffocare e mi bastò per sempre. [aggiungo: uno dei problemi di Palagnucche è che me l’avevano spacciato per uno dei migliori scrittori contemporanei del nostro tempo, quindi potete capire che poi ci si rimane pure abbastanza male]

10) Questo invece mi dispiace mettercelo perché è di un autore che generalmente mi piace un sacco. Jonathan Coe – la casa del sonno. Il più insulso dei suoi, una delusione atroce perché ovviamente avevo tante aspettative. Meh.

(Ho lasciato fuori tante cose, alcune ovvie, ma una bonus track sulla scia di Coe la devo aggiungere: quel cazzo di “Un giorno” di David Nicholls, ragazzi, fa schifo! Lasciatevelo dire! Nicholls non è il nuovo Coe, è un copione anche abbastanza scarso. Peppiacere.)


Ecco.
Dopo che ho scritto questo post, mi commenta la Snob e mi dice che sono una lettrice troppo raffinata per parlare dei libri veramente di merda.
Ma è una falsità! Io mi sono impegnata un sacco, perché non volevo mettere i libri che ho letto già sapendo che sarebbero state quasi di sicuro cagate pazzesche. Ho cercato di metterci quelli che ho letto con fiducia e poi mi sono un sacco pentita di averci provato. Poi ho iniziato a smettere di leggere proprio tutta tutta lammerda, anche se a volte non resisto. Cosa intendo per lammerda? Un sacco di cose diverse. Ci rientrano di sicuro 1) gli pseudopornazzi 2) le robe finto filosofico sdolcinate (tipo Shantaram mi puzza di punto due a palla e non lo inizierò mai) 3) la maggior parte delle cose dei ggiovani. E taaanto altro. MA comunque. Siccome la Snob mi ha punta nell’orgoglio, a ME!, che un sacco di gente mi ha ripetuto da sempre quanto fossi praticamente lo scarabeo stercorario della letteratura… Bene, ecco pure i dieci libri della merda.
Ma proprio quelli che li leggi e sei disgustato e al tempo stesso non puoi smettere, continui a leggere e a disgustarti e a leggere e a bestemmiare.

1) TRE METRI SOPRA IL CIELO
L’ho pure usato a una lezione del corso di editoria, che il tipo cercava una frase con una costruzione sbagliata e io ne ho una del buon Moccia stampata in testa dall’infame giorno in cui lessi quel libro. Era un cosa su un pistacchio. Non la ripeterò.

2) TWILIGHT
L’ho letto per dimostrare a mia cugina, all’epoca fan, che non ne parlavo male senza cognizione di causa. Poi lei ha smesso, e io pure (ho provato a iniziare quello dopo ma… No per dio)

3) IL CODICE DA VINCI
In realtà meno merda di altri, ma talmente infarcito di stronzate complottare e luoghi comuni che un posto qua lo meritava per forza di cose.

4) OCEANO MARE
…mavaffanculo te e il pittore con l’acqua di mare, guarda, per favore

5) LE SFUMATURE
qui baro un po’, perché in realtà ne ho solo sfogliato pezzi a giro. Ma mi è sufficiente. Intollerabile. Ho letto fan fiction migliori, decisamente migliori. E si parla di un mondo dove la gente shippa coppie tipo Travaglio+Borrobea.

6) ERAGON
Senti Christopher Paolini fammi il piacere di non farti mai più risentire. Non dovevo nemmeno girare pagina per sapere cosa sarebbe successo e con quali parole sarebbe stato scritto.

7) BOH
ce n’era uno psedostorico di una scrittrice famosa che ho rimosso tantissimo, l’unica cosa che ricordo è quando a Elena si bagnavano le mutande alla vista di non so quale Grande Eroe. Per dire.
(trovato, eccolo)

8) I NUMERI PRIMI
Che poi il secondo è pure carino come libro. Niente di clamoroso, ma carino. Però sti cazzo di numeri primi, arrivata a metà volevo davvero schiantare il libro contro il muro. È giusto che era della biblioteca. Sennò ciao proprio.

9) NELLE TERRE ESTREME
La summa di ogni cagata moralistico/ammerigana/pseudofilosofica, la storia di un coglione che vuole andare a fare l’anima bella del tutto impreparato e muore a causa di una pianta che non conosce. Ma non ce l’ho col tipo, ce l’ho con Crakauer e con Sean Penn che della sua storia hanno fatto una specie di parabola dove sì, alla fine si dice che ci piace la gente, ma prima è tutto un “chebbello rinunciare a tutto e fare il fricchettone a caso nei boschi”. E la gente ci crede! E poi vanno a fare i fricchettoni a caso nei boschi e fanno danni a sé stessi o alla natura, tipo quelle capre di greenpeace. L’AMANITA MUSCARIA, VI CI VUOLE.
ODIO I LIBRI DELLE ANIME BELLE.

10) LA MAZZANTINI

Madonna ragazzi l’avevo rimossa. Poi ho visto su Anobii che c’era e mi sono ricordata. Ho letto Il catino di Zinco nella casa di campagna della mia migliore amica, eravamo presumibilmente agli inizi del liceo e ascoltavamo le cassette registrate alla radio con Robbie Williams e non so chi altri.
Già all’epoca provai un certo schifetto per l’inconsistenza parolaia della Margaret. Non ho mai più voluto darle una possibilità.

E niente, rimangono fuori i cento colpi del cavolo, ammaniti, lucarelli, e tante altre letture, prevalentemente estive, che ho rimosso prontamente dopo il bagno. Ah comunque sì, anche Hosseini fa cagare. Poi pure un po’ Viola di Grado (eh, abbastanza, del resto è sulla Nothomb-scia). Non ho mai letto Sparks. Non leggerò mai Zafon. Ho letto gli Harmony, ma non vale, dai.

ASPETTATE. Devo assolutamente aggiungerne un altro.

11) LA MANDORLA
di autore anonimo del mondo arabo. Altro pseudopornazzo in salsa orientale, ricordo solo che la tipa – indovinate? – si bagna le mutande mentre si fa la ceretta col caramello. La ceretta all’inguine. E lei si eccita. La ceretta sulla passera, ma chi cazzo si bagna mentre ti strappano via pure l’anima? E poi lei se lo stava pure facendo da sola, ma non farmi ridere, in quei momenti si è concentrati solo a stringere i denti ma un po’ meno che sennò si frantumano, perdio. Orrendo. Orrendo. Orrendo. Non solo per questo, ma questa parte fa capire l’orrendevolezza.

E basta, se poi volete fare pure voi la vostra (tipo mi piacerebbe molto leggere quella di Mareva , quella della Signorina Perlappunto e quella dell’Antifescion. E anche quella di Charlie! La Snob e la Signorina Random già sanno) ci divertiamo a evocare fantasmi imbarazzanti, e sennò no.

**

Comunque buonanotte, che domani è il mio secondo giorno di lavoro.

Annunci

18 pensieri riguardo “10 + 10 = un sacco di tempo che potevo spendere meglio

  1. Io mi ero completamente persa questo post. Ci sono arrivata con la tua condivisione su fb. Poi ho guardato la date e va beh, è la data del giorno più brutto. Quello dell’ictus che ancora tiene mio padre in ospedale e che in questi giorni mi sta facendo fare un su e giù di sentimenti pazzesco. Perché il momento della resa dei conti, dell’accettazione, prima o poi arriva.
    Insomma, tutto ‘sto pippone per dirti che sicuro ci faccio un post ma che La strada di McCarthy è un libro meraviglioso e non ti perdono per averlo messo in elenco!

  2. On the Road ha pure preso la pioggia, scesa dall finestra del lucernario, lasciata aperta da padre;ora usato come fermaporta.
    E cosa vogliamo dire di Hemingway ed il suo cazzo di Marlin, i trecentoquarantasette tipi di lenza per prenderlo e pure le illustrazioni? Prendi il dannato pesce, fatti un carpaccio e non rompere le palle.

  3. ahahah mi ha fatto morire dal ridere il commento su “La mandorla”. L’ho letto anche io e ricordo un altro pezzo in cui mentre scopano lui si deve interrompere per asciugarla con la sua camicia. Sto dettaglio della camicia mi è rimasto davvero impresso!

  4. ma se una volesse chiederti una cosa in privato, ce l’hai una mail? (niente di scabroso eh solo che non c’entra una mazza col post XD)

  5. Che gran Borraglio, veramente!
    Variante: minchia, che Tramez!

    Siccome non sono una letterata come te e le tue compagne di università, nella lista su FB c’era direttamente la peggio merda. Faccio un’aggiunta:
    1) Salinger “Il giovane Holden” – non c’ho capito nulla
    2) Kerouac “On the road” – non c’ho capito nulla #2
    3) Richler “La versione di Barney” – non c’ho capito nulla #3

    Paolini (potere dell’homeschooling, vieni a me!) e Faletti (Tu vuo’ fa’ ll’americano mericano, mericano… ma si’ nato in Italy) Non Classificabile.
    La Mazzantini me l’ero proprio scordata.

    PS: secondo me la 7 è la Colleen McQualcosa. E scommetto che l’eroino era Teseo.

    1. Uaaaahhh AI LOV BARNEI! Ma non mi offendo, ecco. Del resto anche Holden mi sta di molto simpa (nella traduzione nuova parecchio di più).
      Comunque: Sì, il libro è quello di colleen ma mi sa che teseo è quello che la rapisce (ricordo altra scena tremenda), quello di cui parlo è uno degli achei che poi NON se la sposa. Mi pare. O forse addirittura Paride in qualche modo? Boh? Lo sapremo mai? NON PENSO. XD

  6. stavo per fare una standing ovation davanti al computer, soprattutto per On the road mioddiochenoioso….ma poi…la Mazzantini…nuoooo dalle una seconda chance con “Mare al Mattino” se hai voglia :)

    1. Grazie cara, ma passo: Tutti gli estratti mazzantiniani che ho letto in seguito li ho trovati profondamente e irrimediabilmente brutti, per molteplici ragioni. Se a “on the road” posso trovare giustificazioni storiche e dire ok non mi piace, ma ha un valore; alla mazzantini proprio no. In effetti non l’ho messa nella seconda classifica solo perché quando ho fatto il post su fb non ci avevo ancora pensato! Sorry :)

Dimmi tutto

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...