La fondamentale importanza di MABOROSHI NO GINZUISHOU e varie amenità televisive. E il gatto.

Ciao.

Ciaaaao.

L’è un po’ eh?

Eh.

Ho passato una settimana molto intensa però: ho guardato la gattina crescere, scoprirsi amante della birra e dello yogurt al malto e ristabilire le corrette gerarchie tra Felino e Umano,

UN GIORNO TUTTO QUESTO SARA' MIO
UN GIORNO TUTTO QUESTO SARÀ MIO

Ho aiutato Miranda a sopravvivere all’ansia da-primo-giorno-di-scuola (oggi!), ho visto ben due film al cinema e uno a casa, ho letto dei libri, ho fatto questa cosa orrenda qui

(poi magari incomincio anche a studiare)
(poi magari incomincio anche a studiare)

Mi sono depressa per un colloquio che non si capisce com’è che garbo sempre a tutti e non me lo dà mai nessuno, anche se poi gli stessi mi hanno chiamata per fare il rimpiazzo-maternità a un’altra tipa e io ovviamente ho detto ok ma inizio da dicembre/gennaio e intanto ciao soldini ciao, che mi sono pure trasferita a casa di Miranda mentre lei non c’è – ve l’ho detto che NON STAVAMO ANDANDO A VIVERE INSIEME – e quindi ci pago l’affittus, che sono contenta di stare a Firenze e quindi li sborso volentieri, ma ‘nsomma.

E poi è successa una cosa tragica: TWITTER MI HA SOSPESO L’ACCOUNT!
Io sinceramente non ho idea di cosa possa essere successo, fatto sta che dopo un po’ di tweet abbastanza cattivi su quello spreco incredibile di tempo e idee chiamato Once Upon A Time mi sono ritrovata un bel banner azzurro che dice ‘spiacenti, il tuo account è sospeso. Vedi un po’ che vuoi fare’. Io ho scritto al signor Twitter per spiegare che non ho fatto niente e sono solo i bimbiminkia che mi odiano perché parlo male della loro serie tv preferita, e che non bestemmio né incito all’odio né pubblico robe porne, ma loro non mi si sono filata di striscio. E niente, o sono stati loro o sono stati i fanatici del GOMBLOTTOH che ho sfottuto un pochino dopo la notizia che non solo esistono le sciechimiche ma bisogna pure preoccuparsi se il cielo è azzurro*. Vai a sape’. Magari è tutta una tattica di HAARP e del NWO per far credere loro che il nemico è stato neutralizzato; rimuoviamo le pedine meno importanti, tipo sta shibbia chiccazz’è? Signor Tuitter pensaci tu! E ciao.
Comunque, dopo sei giorni di astinenza, crampi allo stomaco, bocca secca e addirittura utilizzo compulsivo di Ello, quando ho capito che se seguitavo un altro po’ finivo su Google+, ho rinunciato ai miei cinquemilaerotti tweet (quindi pochi), alla gente che seguivo e che mi seguiva e vabbè, mi son fatta l’account nuovo.

Sono @giorgeliot ora, ci troviamo lì. Tiè, l’ho messo pure nella barra accanto.
E non rompetemi le balle perché non mi piace OUAT. E non me le rompete nemmeno perché mi piace Sailor Moon Crystal.
Gente, è bellissimo. Sono solo nove puntate finora e mi sembra di seguirlo da seicento anni per via della cadenza bisettimanale che è massacrante, ma secondo me è mille spanne oltre il vecchio Sailor Moon. Mi manca un po’ la musichina malinconica del vecchio cartone che mi ha accompagnata per circa tutta la gioventù – capito quale, no? Quella tipo carillon.

Questa. Però a parte il carillon malinconico il resto è tanta roba. Ok, la trasformazione del vecchio cartone forse era più ‘scenografica’ e meno effettosa, ma a me questa piace, arti di gomma compresi. E poi nel complesso è tutto moooolto meglio! Sarei curiosa di vederlo doppiato in italiano, ma intanto Niconico offre un servizio decentissimo di traduzione, e ho imparato un termine che mi risulterà fondamentale per quando andrò in Giappone: Maboroshi No Ginzousho (l’avevo pure scritto male, ma, nel senso, io quello che capisco senza google è MAMORUSCINOGINZU, SCIO) Maboroshi no Ginzuishou, ovvero ‘cristallo d’argento illusorio’. Lo ripeteranno almeno quarantasette volte a puntata. Andrò in Giappone preparatissima e lo conquisterò a suon di HATTORI HANZO!, KAME HAME HA!, MAMORUSCINOGINZU, SCIO! e KAWAAAAIIIIIIIIII. Ci sarebbe anche “Versailles no bara”, ma mi sa di macabro, e “Hanayori Dango” che però veicola un messaggio con cui non sono d’accordo, e poi anche “Gokinjo Monogatari” ma non voglio che poi le vecchine mi si attacchino a raccontare storie.
Chissà quando ci andrò, in Giappone. Ma so che sono preparata. La parte di cose orrendamente trash pseudo-dark dell’adolescenza tormentosa stile Malice Mizer le lasciamo da parte, eh?

Comunque, Sailor Moon Crystal è una figata.

E Once Upon A Time no. Il fronte seriale è un po’ desolato in realtà: American Horror Story – Freak Show, che garba a tutti un monte, a me non sta facendo impazzire (cioè, quello schifo di clown orrendo mi faceva paura, ma questo è un altro discorso), ma del resto a me è piaciuto parecchio Coven quindi forse non conto. Poi che c’è: c’è Faking It, ecco, quello è bellino un monte, ma sono 20 minuti in croce di puntata su MTV, si butta giù come acqua fresca. E comunque #Karmy una cippa, io voto Shrimp Girl De La Pica Morales tutta la vita! Karma la lasciamo a quel piastrellone di Liam Booker e siamo tutti felici così. Un altro notevole piastrellone, a proposito (a parte Charming-oh-charming, che batte ogni record di piastrellitudine maschile del mondo), è il poliziotto fidanzato con Jane The Virgin. Che ho iniziato ieri per noia e invece ecco, vedi, quella è carina. Ma finora, di cose veramente WOOW non ho visto nulla. Forse Transparent. Appena lo finisco ci penso.
Ah e poi sto vedendo questa macrominchiata qui:

che, devo ammettere, fa ridere.
che, devo ammettere, fa ridere.

Di che si tratta? Per caso è uno spin off di Veronica Mars? Non che Kristen Bell sappia. Ma Ryan Hansen ha deciso di sfruttare il successo (?) del film e buttarsi sulla reinvenzione di Dick Casablancas. Un po’ come Dawson nella bitch dell’appartamento 23, solo che molto più divertente. E poi è il protagonista. Eddai.
Poi… è ricominciato Two Broke Girls, pure quello lo guardo per inerzia ormai – cioè, mi diverto della crassa volgarità di tutta la situazione e Max è meravigliosa-cuoricini-cuoricini, ma basta -, e poi DOWNTON ABBEY.

GESOO ma fai qualcosa, accoppa l’autore, fallo innamorare, deve succedere qualcosa, fai tornare il marito a Lady Edith o trasformalo in nazista spietato o quello che te pare ma #BASTACRISTOBASTA, è una sequela di martellate nelle delicate parti intime di una giovane signora! Pure The Dowager Countess non ce la fa più, è evidente.

Quindi amici cari, se vi viene in mente qualche serie bella, degna di seguito, sono aperta a suggerimenti. Per intenderci, i miei standard di serie bella-bella-bella-in-modo-assurdo stanno nello spettro da The Wire a Mad Men, passando per Orange Is The New Black. Ereticamente dirò pure che per me Breaking Bad è un gradino sotto. Ah, e Treme. Treme è bellissima. La mia preferita, forse.

Ok questo post sta diventando troppo lungo.
Continuo domani sera: LO GIURO SOLENNEMENTE SUL MIO NUOVO ACCOUNT TWITTER, pena la punizione di quel piccolo esserino unghiuto di Pixel.

...e Pixel non scherza.
…e Pixel non scherza.

A domani ciao.


* edit fondamentalissimo che riguarda i complottardi tutti! Ho appena scoperto l’esistenza del campionato definitivo. Altro che totomorto. Signore e signori, ecco a voi…

LA COPPA DEI CIALTRONI (tadadadaaaaaa). Godetene tutti.

 

Annunci

3 pensieri riguardo “La fondamentale importanza di MABOROSHI NO GINZUISHOU e varie amenità televisive. E il gatto.

  1. Mi spreco in consigli che tu non seguirai, francamente (!) non so perché lo faccio.
    Comunque:
    1) real humans. Se ti interessa l’apostrofo rosa tra le parole sc… enza… scienza… (cit.) Inoltre, è Svedese. Lo svedese è toppissimo. Quando avrò imparato il cinese, toccherà allo svedese.
    2) Io ho appena cominciato Boardwalk Empire. C’è Steve Buscemi ♥
    3) Poi pensavo di guardare House of Cards, perché c’è Kevin ♥
    4) A touch of cloth, sono due episodi e muori.
    Non ti dico altro, tanto non mi ascolti. Ma più che altro, veramente non capisco cosa vuoi guardare.

      1. Lo guarda anche #irrenzi se è per questo.
        Ma siccome dice prenda ispirazione da lì, io voglio guardarlo proprio perché immagino che EGLI, in realtà, non colga.

Dimmi tutto

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...