Due robe veloci

L’astinenza da fb – che non durerà a lungo perché ogni app o aggeggino che vorrei usare mi dice che se accedo a fb è meglio, maledetti! – mi ha resa grafomane, ma ovviamente solo qua, le due cose serie che dovrei fare sono perennemente in progress e ormai rimandate a dopo il punto 2).

Ma andiamo con ordine.

1) ci sono delle figliole, qui a giro, che hanno messo su un progetto che potrebbe essere una gran figata ed è senz’altro una gran bella idea. Si chiama Ragazze del porno e hanno messo su Indiegogo un crowdfunding che finisce tra venti ore. La maglietta è ganzissima e sta a venti euri, se li avessi glieli darei. Oppure potrei fare un crowdfunding per avere i soldi da dare alle RDP, come premio ci metto me con addosso la maglietta. Asciutta, che di acqua ne ho presa pure troppa oggi, mother of gods.

rdp
tu hai la mia stima.

Comunque. La questione con le RDP è la seguente: in Italia il porno è ancora, inspiegabilmente, considerato una roba da maschi e da depravati. Se le femmine ammettono di guardare porno, sono depravatissime. Il fatto è che ce ne sono a pacchi. Io no, per una ragione molto semplice: non mi eccitano. Mi annoio col soft, le inquadrature fatte apposta per l’ingordo occhio del maschietto di cazzi-nella-fica sinceramente non mi sanno di nulla, mi fanno anche un po’ schifo, le scene lesbiche lasciamo perdere. Mi ha fatto più effetto quella roba che sta sull’header del blog, hysterical literature (la prima a sinistra è Stoya, per la cronaca, che ha molti più punti di Sasha Grey ottimo direi faccio la scrittrice e pure la diggèi). O qualche scena di Game Of Thrones, chettelodicoaffare. Probabilmente non sarò mai una fruitrice di porno ‘pro’, insomma, ma questo non significa che mi dispiacerebbe avere la possibilità di vedere qualcosa di carino e pensato anche per le donne.

C’è un rischio però, nel fare un porno che abbia anche un alto contenuto politico, ed è quello che sta in Dirty Diaries, la raccolta di porni femministi di Mia Engberg. Perché su 12 filmati (secondo chi fruisce più di me, peraltro troppo lunghi), io ho provato qualche friccicore solo con due, to’, due e mezzo. M’è piaciuto, concettualmente e visivamente, il primo, quello dei tipi tutti ricoperti di stoffa che via via si spogliano – ma m’è piaciuto finché non si sono spogliati del tutto, dopo diventava un po’… piatto, troppo sospiroso. M’è piaciuto quello delle due tipe che fanno sesso al telefono – ecco, quello prende bene, peccato che non si vedano genitali da nessuna parte e quindi probabilmente non è neanche considerabile vero e proprio porno (a meno che non valga il dirty talk esplicito). Mi piacque con un po’ di effetto quello delle due vestite tipo da gerarca nazista e boh che giocano a guardie e ladri (abbiate pazienza, l’ho visto un sacco di tempo fa). Quello della frutta ha il suo perché. Poi gli altri sinceramente MEH: il video grafico di “dildoman” è una figata, ma se lo scopo del porno è quello di eccitare, è un fail [e poi non era un racconto di Bukowski?]. Quello della tipa flasher per ragioni politiche è una PALLA IMMENSA. Un paio proprio non li ho capiti, quelli col fisting mi fanno schifo quindi forse il problema stava lì più che nella resa… non so. In generale, sono non-eccitanti, quasi tutti, c’è troppo concetto dietro, e questo potrebbe essere un problema.

dildoman
Dildoman. per trovare questa immagine su google ho visto cose, sappiatelo.

Le Ragazze Del Porno pare vogliano fare una cosa più “pop”, e questo aggettivo mi piace, perché potrebbe voler significare un’effettiva fruibilità.

Leggetevi il manifesto e poi, gente coi soldi, finanziatele, vediamo di spretarci un po’ e di peccare in allegria. Amen.

E dopo questa preghierina, passo al punto 2) nella seguente maniera:

AI LOV IU GISUS CRRRRAIIIIISSSST, GISUS CRAAAAIST AI LOOOV IU IEEEES AI DUUUUUUUUU-UUUU-UUU.

AI LOV IU GISUS CRAAAAAA-AAAA-IIIIIST, GIIIIIIISUS CRAAAIST, AI LOOOOVIUIESAIDU

ENDONDELEZIDEISDEDOGSDISSOLVENDREINAUEIDEUORLDITGOSENDOLLEUEITS
DEDEIUIARUEITIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIING

Capisc? Vedrò i Neutral Milk Hotel dal vivo. E un monte di altra roba.

Ciaone, ci si vede tra una settimana.

l'omino fiorito è inquietante.
l’omino fiorito è inquietante.

La signorina Random e Claudia mi staranno odiando per questo.

Annunci

3 pensieri riguardo “Due robe veloci

Dimmi tutto

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...