Cose buffe che succedono

20140311-123117.jpg

Via degli alfani. Come è evidente, c’è la sede di lettere vicino.

Stamani ero a firenze a distribuire civvù come se piovesse (in realtà ne ho dati pochissimi perché dopo un po’ piglia male) (ma vabbè). Ed ero in via degli Alfani, che è vicino alla mia vecchia scuola, e ho deciso di andare nel bar in cui saltavo matematica in prima ora, che tra l’altro ci ha pure il caffè a 80 centesimi.
E l’omino mi fa “ma te studi qua?” E io: “sì, mille anni fa…” “No perché mi ricordo di te” (ne dubito, omino) “davvero?” “Sì avevi i capelli lunghi” (beh in effetti lunghi li avevo, ma…) “eh sì, erano lunghi”. “Che fai ora, lavori?” “Macché, cerco”. “Mah, se vuoi ti posso far fare volantinaggio al duomo un paio d’ore al giorno, che ne dici?” “Okkei”.
Quindi se mi chiama ho raccattato la bellezza di otto euro al giorno, che un so’ manco il biglietto del treno. Meglio che a provvigione, però, dai.

Annunci

2 pensieri riguardo “Cose buffe che succedono

  1. Scusa, ma la domanda sorge spontanea: se passati quasi dieci anni si ricorda ancora di te, quante volte hai saltato matematica?!? :D

Dimmi tutto

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...